Visitare Isole Eolie

Qualche cosinglio per cosa vedere nelle isole Eolie:

Panarea, Stromboli, Strombolilicchio, Lipari, Salina, Vulcano, Alicudi, Filicudi

EOLIE PATRIMONIO DELL'UMANITA'
Le Isole Eolie, dette anche isole Lipari, prendono il loro nome dal dio del Vento Eolo. Sono un arcipelago di origine vulcanica nel Mar Tirreno, a Nord della costa siciliana. Le Isole Eolie ospitano due vulcani tutt’ora attivi, Stromboli e Vulcano. L’arcipelago delle Eolie è composto dalle isole Alicudi, Filicudi, Lipari, Panarea, Salina, Stromboli e Vulcano. Le isole Eolie fanno parte della provincia di Messina ed i comuni sono Leni, Malfa, Santa Marina Salina, (sull’isola di Salina) e Lipari, sull’omonima isola. Dall’anno 2000 le isole Eolie fanno parte del patrimonio dell’umanità e sono davvero una perla del Mediterraneo.
LE SPIAGGE EOLIANE 
Isole Eolie da vedere, tra le possibili cose da non perdere, di sicuro la prima che ti consigliamo a Isole Eolie da vedere è Eolie Spiagge,
Le isole Eolie hanno delle spiagge meravigliose, davvero ideali per passarci le vacanze. Le coste sono però quasi sempre alte e scoscese, anche contornate da faraglioni come a Lipari. In questo comune troverete le spiagge di Marina Lunga e Marina Corta. A Salina troverete la spiaggia di Santa Marina Salina e la spiaggia di Leni dove si possono fare attività subacquee. Anche Stromboli è una stazione balneare frequentata. La costa di Stromboli è di scogliere intervallate a brevi spiagge.
CUCINA TIPICA EOLIANA
La cucina eoliana è molto ricca e variegata di sapori e di tradizioni antiche contadine e marinare che con il tempo l’hanno resa unica nel suo genere. La caratteristica principale della cucina eoliana è l’uso delle erbe aromatiche che donano fragranza ad ogni piatto, come il rosmarino, l’origano, il basilico, l’aglio, i pomodorini “a pennula” ed ovviamente il cappero. Il protagonista delle tavole eoliane è il pesce che viene utilizzato in tutte le ricette dai primi piatti ai secondi ed anche in diversi antipasti. I dolci sono anche simbolo di festa, troviamo i “ giggi” che si fanno per carnevale, le “vastidduzze” che si fanno per la festività di San Giuseppe e che sono dolcetti a base di uva passa e mandorla, gli ottimi “spicchiteddi” a base di vino cotto, chiodi di garofano e cannella unitamente alle “nacatole” che si fanno per le festività del Natale. Per finire non possono mancare il liquore di limone e la famosa Malvasia “nettare degli dei” prima e dopo i pasti che si possono gustare con i biscottini al sesamo.

CASE TIPICHE EOLIANE
La cultura eoliana dell' "abitare" rispecchia una concezione di vita essenziale e funzionale. L' unità di base è un cubo modulare che può essere sommato orizzontalmente o verticalmente ad altri cubi, secondo un principio di adattamento alle esigenze variabili del nucleo familiare. Ne risulta un costrutto edilizio compatto, forato da piccole aperture. I materiali edilizi adoperati sono di origine locale: blocchi di pietra lavica massiccia per le fondamenta, pietra pomice per le mura esterne, tufo per la pavimentazione delle terrazze. Colore caratteristico Bianco con persiane azzurre.

COSA VEDERE NELLE ISOLE EOLIE ? 
Cosa vedere sulle fantastiche Eolie? Le Isole Eolie offre moltissimo da vedere, per iniziare ecco alcuni consigli su cosa vedere a Isole Eolie , questo è solo l'inizio, i posti più importanti che la maggior parte dei turisti visitano tra le prime cose: Panarea, Stromboli, Strombolilicchio, Lipari, Salina, Vulcano, Alicudi, Filicudi,

PANAREA
Panarea forma insieme ad alcuni scogli tra cui lo scoglio di Basiluzzo, un arcipelago a circa 15 km. da Lipari. Ha una superficie di circa 3 km. quadrati e 300 abitanti circa in inverno. Ovvio che Panarea diventi più popolasi in estate, per via dell’afflusso turistico; è la più antica isola delle Eolie, ha vaste zone di pianura dove in passato si coltivavano vigne e oliveti, mentre ora rimangono solo gli antichi terrazzamenti. 

STROMBOLI
Stromboli è la più settentrionale e orientale delle isole Eolie ed è la più famosa per via del suo vulcano tutt’ora attivo. Ha una superficie di circa 12 km. quadrati e circa 400 abitanti stabili durante l’anno. 

STROMBOLICCHIO
Strombolicchio (dal dialetto siciliano piccola Stromboli) è un piccolo isolotto vulcanico, a circa 1 km. e mezzo a nord-est dell’isola di Stromboli. Strombolicchio vi sorprenderà per le sue alte e ripide scogliere a picco sul mare; sull’isolotto c’è un faro alimentato ad energia solare; non è una terra adatta ad essere abitata, infatti il suo terreno non è coltivabile e non c’è acqua. 

LIPARI
Lipari è la più grande e popolosa isola delle Eolie (11. 000 abitanti), si estende su 37 km. quadrati circa. Le sue coste sono per la maggior parte alte e con dei faraglioni e scogli. Il punto più alto di Lipari è il Monte Chirica (602 metri). 

SALINA 
Salina si trova a circa 3,8 km. a nordovest di Lipari ed è la seconda isola delle Eolie sia per estensione che per popolazione (26 km. quadrati e 2. 300 abitanti), nonchè la più alta raggiungendo 962 mt. 

VULCANO
Vulcano è l’isola più a sud delle Eolie, a meno di un chilometro da Lipari. Vulcano è un posto davvero unico al mondo per le sue particolarità geologiche. Mitica residenza di Eolo. 

ALICUDI
Alicudi è la più occidentale delle isole Eolie, il monte Timpone della Montagnola raggiunge i 675 metri, ha pochissimi abitanti. In antichità Alicudi era chiamata "Ericusa", grazie alle eriche che la ricoprono. 

FILICUDI
Filicudi è un’altra piccola isola delle Eolie, a 18 km. a Ovest di Salina, formata da un cono isolato e ripido. Filicudi ha una superficie di 9,5 km. quadrati. L’isola è l’antica "Phenicusa" per via delle felci che la decorano, in passato abbondanti. 

Vacanze Isole Eolie

Link che ti posso interessare: 


Dove dormire nelle Eolie, Hotel e Bed and Breakfast Camere

tag pagina: isole eolie parcheggio custodito milazzo porto imbarco isole eolie parcheggio porto milazzo, partenza imbarco isole eolie parcheggio custodito porto milazzo Panarea, Stromboli, Strombolilicchio, Lipari, Salina, Vulcano, Alicudi, Filicudi